Dramma: Termoriscaldatore rotto in Acquario e scossa elettrica

Ore 4.00 Tragedia.
Stanotte si è staccato il vetro dal riscaldatore (un Juwel da 200 Watt) e ha fritto a 220 volt l’acquario marino DSB in maturazione.
Nessuna vittima per adesso.
Il tutto è durato pochi minuti perché il gran rumore mi ha svegliato e ho subito staccato la corrente e rimosso il termoriscaldatore decomposto (vetro + resistenze + parte superiore con termostato).

Numerosi dubbi mi affliggono. Chiedo aiuto ai Gruppi Facebook. Rice4vo pareri discordanti, probabilmente frutto di esperienze non sempre confrontabili. Purtroppo non trovo alcuna guida “scientifica” su come affrontare il problema.

Conseguenze per l’Acqua?
In teoria all’ interno del riscaldatore non dovrebbe esserci alcun liquido inquinante.
Metalli ? Altri inquinanti?

Metto in qualche modo dei carboni attivi ?

I Carboni attivi assorbono parecchi inquinanti e male non fanno comunque. Costano poco. Meglio ridurre i rischi da inquinamento. Ho ordinato subito dei Haquoss Carbomax Pro Materiale Filtrante, 0,5 kg che arriveranno domattina. Li mettero’ in vasca in situazione di emergenza temporanea appesi in una apposita rete sottile dopo averli sciacquati in acqua osmotica.

C’è poi da risolvere il problema del perchè non è scattato il salvavita, ovvero se devo fare qualche verifica sull’impianto elettrico. In teoria no. L’acquario è isolato, il Termoriscaldatore ha funzionato a suo modo “normalmente” usando l’acqua salata come resistenza (vetro e resistenza originali si erano sfilati da soli…). Comunque nel dubbio aggiungo all’Acquario un magnetotermico BTicino S3610DB Kit Adattatore 10A con Interruttore di Sicurezza.

Il giorno dopo pero’ un nuovo dubbio, Ben piu’ grave…. e mi rendo conto di aver sprecato un giorno.

I 3 Zoanthus soffrono, si sono chiusi e non si aprono piu’.

Forse l’acqua è diventata nociva perchè per alcuni minuti ha fatto elettolisi ?

Non è facile capirlo, i pareri sono discordanti, non ho Test da fare… pero’ 2 cose sono inequivocabili, :

  • l’acqua emana uno sgradevole odore
  • gli Zoanthus stanno male

Quindi urge un rimedio.
Cambio acqua al 100% ! …avrei dovuto farlo subito. …speriamo non sia troppo tardi!

Non avendo sale a sufficienza , considerando poi il tempo necessario a preparare 150 litri circa di acqua di Osmosi, procedo in questo modo:

  • preparo 30 litri di acqua + sale in un grosso catino con riscaldatore e pompa di movimento
  • appena pronta trasferisco in questa acqua le rocce e gli zoanthus , mettendoli in sicurezza.
  • ordino il Sale Red Sea Coral PRO su Amazon , che arriverà il giorno dopo
  • preparo l’acqua mancante
  • svuoto l’acquario , lasciando la Sabbia per il DSB e un piccolo riscaldatore per mantenerla a 25 gradi.

Nel catino gli abitanti delle rocce sembrano sopravvivere.

In un paio di giorni riesco a allestire nuovamente l’Acquario al completo, in piu’ passaggi fino al completo riempimento.

Purtroppo è come ri-cominciare la maturazione da capo, ma non c’è altra scelta.

Vedi i prossimi articoli per gli aggiornamenti…