Acquario Marino o Acquario di Acqua Dolce? …ecco da dove ho cominciato.

Oggi voglio fare un Acquario… da dove si comincia !?

Tutto è iniziato nel Gennaio 2021 , in piena pandemia Covid-19. Per caso abbiamo visto un meraviglioso Acquario di Barriera in una vetrina e si è risvegliata una passione che avevo da bambino… Mi sono reso che era desiderio condiviso da tutta la famiglia e insieme abbiamo deciso di iniziare questa avventura… un bell’Acquario da inserire in soggiorno, la stanza piu’ “vissuta” da tutti.

Abbiamo fatto un paio di visite ad un negozio specializzato abbastanza rinomato per orientarci e subito sono iniziati i primi dubbi.

Dolce o Marino ?

Le bimbe sono state categoriche: “vogliamo Nemo e Dory”…. che significa “Acquario di barriera con Pesce pagliaccio e Pesce Chirurgo blu”.

Il che si traduce in affrontare una serie di questioni tipiche dell’Acquario Tropicale di Barriera , Dimensioni , Tipo di Gestione, Impegno necessario, Costi, etc. .etc..

Considerato che partivamo da zero non era facile decidere da dove cominciare.

Non ci ha aiutato il primo negoziante interpellato, il quale piu’ che provare a guidarci in un percorso di scelta consapevole , ci ha subito “spaventato” con un preventivo da svariate migliaia di euro e “imposto” una serie di scelte obbligate basate sui suoi dogmi.

Da bravo ingegnere e amante del Fai-da-te ho pensato bene di documentarmi e valutare piu’ approfonditamente i vari aspetti autonomamente.

Per prima cosa ho acquistato il libro “Acquario Marino di Barriera: Guida pratica – 2019 ” e me lo sono letto. Spiega le basi della gestione di un Acquario Marino di Barriera con metodo Berlinese , fase per fase , Teoria e Pratica.

Sono tutte informazioni che con un po’ di ricerche si trovano anche sul Web in forma sparsa… ma un libro è sicuramente piu’ pratico per avere una visione di insieme coerente. E’ un bel progetto e dal libro si imparano molte cose.

Pero’ la prima impressione che ho avuto è che sono troppo “ignorante” per imbarcarmi in un impresa del genere e inoltre non sono convinto dell’impegno economico in considerazione del forte rischio di “fallire”: un Berlinese richiede Allestimento e Tecnica sofisticati e costosi.

E se poi dopo qualche settimana scopro che non fa’ per me ?

Come prima esperienza , ho pensato che per me non è consigliabile.

Meglio forse iniziare con un Acquario Tropicale di Acqua Dolce?

Del Marino se ne riparlerà piu’ avanti, perchè non abbandoniamo l’idea.